IL PROGETTO DEL CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

 

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE DI FIRENZE

ISTITUTO PROF.LE DI STATO PER L’AGRICOLTURA E L’AMBIENTE

Via delle Cascine n. 11 – 50144 - FIRENZE  

 

 

Scheda di progetto prevista dall’art. 2 comma 6  del DECRETO 1º febbraio 2001, nº44

Da allegare al Programma Annuale relativo  all’A.F. 2016

A.S. 2015/2016

Codice __P08____

 

 

 

Titolo Progetto:

Centro Sportivo Scolastico

 

Responsabile del Progetto:

Prof. Cavallini Mariacristina     

 

 

 

PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016

 

MODELLO Progetti POF: aspetto didattico

 

 

A. Specifiche

 

 

A.1 TITOLO Denominazione attività

 

Denominazione:Centro Sportivo Scolastico

 

 

A.2 PROMOTORI – Referente del progetto

 

Nome e Cognome    Cavallini Mariacristina                          tel. 320 2749893                                                                       

                        

E-mail   cavallinimariacristina@virgilio.it                                                                                                    

 

A.3 DESTINATARI

 

Tutti gli alunni della scuola ITAGR e IPSAA

 

A.4 OBIETTIVI

 

Il C.S.S. rappresenta un importante momento di aggregazione, una grande opportunità di crescita personale e un’occasione per abituare gli allievi alla pratica sportiva come sano e corretto stile di vita. Si intende raggiungere i seguenti obiettivi:

·         coinvolgere il maggior numero di alunni, da quelli più esperti a tutti quelli che non hanno mai fatto sport e ai diversamente abili.

·         Valorizzazione della Scuola come luogo di ricerca, dialogo e confronto interculturale su valori, esperienze, conoscenze che favoriscano lo sviluppo e la crescita della dignità dell’uomo.

·         Potenziare il linguaggio del corpo non solo come semplice attività trasversale a favore d’altri apprendimenti, ma come valorizzazione della personalità d’ogni individuo e come consapevolezza delle proprie capacità e di quelle altrui.

·         Rafforzare il carattere e la stima di sé.

·         Stimolare l’adozione di comportamenti educati, amichevoli e collaborativi.

·         Sviluppare il senso civico, l’integrazione e la socializzazione.

·         Far conoscere e praticare nuove discipline sportive.

·         Incentivare la partecipazione attiva ai giochi di squadra, alla loro organizzazione e realizzazione nei tornei tra le classi.

·         Dare a tutti l’opportunità di allenarsi.

·         Partecipare ai Campionati Studenteschi.

Si intende raggiungere questi obbiettivi attraverso lo svolgimento di partite, tornei, gare individuali e di squadra a livello di istituto e in collegamento con le indicazioni dell’Ufficio Scolastico Provinciale e con le AssociazioniSportive presenti nel territorio.

Per il presente anno scolastico si intende privilegiare le attività d’istituto, data la situazione  che sta vivendo l’ufficio educazione fisica provinciale.

A.5 CONTENUTI

 

Corsa Campestre di istituto ed eventuale campionato provinciale

Campionati Studenteschi di Calcio a 5

Campionati Studenteschi di Orienteering di istituto ed eventuale fase  provinciale

Campionati studenteschi d'Istituto di Atletica leggera

Campionati studenteschi d’istituto di Nuoto

Avviamento al Badmiton

Avviamento al canottaggio

Tornei di Pallavolo tra Istituti della Provincia

Torneo di Beach Volley tra Istituti

Tornei tra classi di: pallavolo e calcio a 5

Corso di avviamento e perfezionamento di Tiro con l’Arco e partecipazione ad eventuali Campionati Studenteschi

 

 

B. Pianificazione

 

B.1 FASI DEL PROGETTO

 

Ottobre 2015:   organizzazione attività

Ottobre-Novembre 2015: Corsa Campestre di istituto

Novembre  2015:   inizio torneo di Pallavolo e Calcetto tra classi

Novembre-Dicembre 2015: Corso di avviamento di Badminton

Gennaio 2016:   Eventuale Corsa Campestre provinciale

Gennaio  2016:  campionati Studenteschi di Calcio a 5

Febbraio  2016:  inizio corso di Tiro con l’arco

Marzo  2016:  Avviamento all'Orienteering con eventuale gara di istituto

Aprile 2016:   Eventuali campionati Studenteschi provinciali di  Orienteering

Aprile- Maggio 2016: Eventuali tornei di Pallavolo tra Istituti

Aprile-Maggio 2016:  campionati  di Istituto di Tiro con l'arco

Aprile-Maggio 2016  Eventuali Campionati Studenteschi di Tiro con l'arco

Maggio 2016: Torneo di Beach Volley tra Istituti

Maggio 2016:  campionati di istituto di Atletica Leggera, gare su pista

Giugno 2016:  premiazione attività sportiva a.s. 2015/2016

 

 Lo svolgimento dei Campionati Studenteschi oltre la fase d'Istituto è vincolata all'organizzazione degli stessi da parte dell'Ufficio Ed. Fisica regionale.

B.2 PERSONALE COINVOLTO

 

*anno finanziario  2015   n. 3         docenti  interni                            anno finanziario 2016   n. 3           docenti interni

 

*anno finanziario _____  n. _____ docente esperto                          anno finanziario _____ n. _____  docente esperto 

          

*anno finanziario _____  n. ___­­__ personale ATA                            anno finanziario _____  n. ___­­__ personale ATA

 

*anno finanziario _____  n. _____ personale esterno                       anno finanziario  2016   n. 3         personale esterno      

 

 

.3 TEMPI E DURATA Risultati attesi e tempistica (planning) anno 2015

      

 Durata complessiva del progetto/attività  h:  170

 

Azione/                                              mese

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

Organizzazione attività

 

 

 

 

 

 

 

 

 

x

 

 

Campestre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

x

x

 

Torneo pallavolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

x

x

Torneo calcio a 5 e Campionato Studentesco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

x

x

Badminton

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

x

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                            Risultati attesi e tempistica (planning) anno 2014

 

Azione/                                              mese

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

Tiro con l’arco

 

x

x

x

x

 

 

 

 

 

 

 

Campestre Provinciale

x

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torneo Pallavolo

x

x

x

x

x

 

 

 

 

 

 

 

Torneo calcio a 5 e Campionato Studentesco

x

x

x

x

x

 

 

 

 

 

 

 

Orienteering

 

 

x

x

x

 

 

 

 

 

 

 

Badminton

x

x

x

x

x

 

 

 

 

 

 

 

Canottaggio

 

 

 

x

x

 

 

 

 

 

 

 

Tornei pallavolo

 

 

 

x

x

 

 

 

 

 

 

 

Torneo di Beach Volley

 

 

 

 

x

 

 

 

 

 

 

 

Atletica su pista

 

 

 

 

x

 

 

 

 

 

 

 

Premiazione

 

 

 

 

 

x

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

C. Monitoraggio e verifica

 

 

D. Fonti di finanziamento

 

D.1 FONTI DI FINANZIAMENTO

 

 A carico della scuola dal fondo di istituto:

X Finanziamento specifico (specificare): USP-MIUR totale 145h (**)

Altre fonti di finanziamento (specificare)

Per il Corso di tiro con l'arco e il canottaggio sono previsti progetti in accordo con la Società “Arcieri della Signoria” e “Canottieri Comunali Firenze”

 

D.2 PIANO DELLE RISORSE UMANE E MATERIALI

 

RISERVATO ALL’AMMINISTRAZIONE

(Aspetto contabile a cura della Segreteria)

PERSONALE DOCENTE

 

n. ore aggiuntive di insegnamento

n. ore aggiuntive non di insegnamento

 

Leoni  Giuseppe

60 (**)

5 (**)

 

Cavallini Mariacristina

25(**)

5 (**)

 

Pirrazzo Angelo

60 (**)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Totale parziale docenti:

PERSONALE ATA

(Indicare i  nominativi)

n. ore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Totale parziale ATA:

PERSONALE  ESTERNO

(Indicare i  nominativi)

n. ore

 

Tecnico FITARCO

20

 

 

 

 

 

 

 

 

Totale parziale esterni:

BENI

 

 

Premiazione attività sportiva

500 euro circa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Totale parziale:

SERVIZI

 

 

Palestra D.L.F. + campo sportivo "La Trave"

 

 

Centro tiro con l'arco "Arcieri della Signoria"

 

 

 

Totale parziale:

 

 

COSTO TOTALE PROGETTO:

         

 

Data: 28/09/2015                                                          Firma del referente del progetto

                                                                                      (Prof.  Mariacristina Cavallini)           

 

 

NOTE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO

da consegnare all’insegnante insieme al modulo di compilazione del progetto

 

Progettare significa fare delle stime, che si perfezionano nel tempo fino a determinare valori attendibili. E’ naturale che all’inizio le stime siano abbastanza errate.

Dove nel modulo si fa riferimento ad anno finanziario (gennaio-dicembre, sfalsato rispetto all’anno scolastico settembre-agosto) è necessario ricordarsi di indicare a che anno vanno imputate le spese.

 

A.1 Titolo

Indicare una denominazione breve ma significativa, Per esempio, Certificazione lingua inglese PET e non Corso di lingua straniera facoltativo.

 

A.2 Promotori

Indicare cognome e nome della persona che coordina il progetto. E’ importante anche indicare per lo meno il nr. di telefono. L’indirizzo e-mail, se disponibili, potrebbero essere utili per comunicazioni urgenti. Nel caso i promotori del progetto fossero più di uno, indicare i nomi. Si consiglia al responsabile del progetto di prendere nota dei recapiti di tutte le persone coinvolte con un ruolo significativo nel progetto, per gli stessi motivi detti sopra.

 

A.3 Destinatari

Indicare i destinatari del progetto. Di solito sono gli studenti (in questo caso indicare le classi), ma potrebbero anche essere i genitori o personale della scuola o latro ancora.

 

 A.4 Obiettivi

Un obiettivo è il fine cui tende una azione e che si riconosce come raggiunto quando ci sia un certo risultato atteso. Si può definire l’obiettivo come la risposta alla domanda: a cosa serve il progetto che ho intenzione di realizzare? Se la risposta è: per avviare gli studenti alla scrittura creativa in inglese. Allora l’obiettivo si potrebbe formulare così: Addestramento alla scrittura creativa in lingua inglese.

 

A.5 Contenuti

Indicare gli argomenti che si intendono affrontare nel progetto.

 

B.1 Fasi del progetto

Indicare le principali fasi del progetto e i periodi di svolgimento.

 

B.2 Personale coinvolto

Indicare il numero del personale coinvolto e la sua tipologia. Ulteriori dettagli verranno richiesti nella Sezione D.2

 

B.3 Tempi e durata

Questi valori sono spesso difficili da prevedere, in quanto certi tempi non possono essere controllati dal responsabile del progetto in fase di programmazione. Pertanto si deve considerare questo calendario come indicativo. Se ci si dovesse accorgere che vi è un significativo scarto temporale fra la previsione e lo stato dei lavori, è sufficiente che il responsabile lo faccia presente in una breve relazione esplicativa.

Le singole voci della colonna “azione”, rappresentano già di per sé lo schema di lavoro del progetto: si tratta sostanzialmente di suddividere il progetto in una serie significativa di segmenti (vedi esempio). Questa è la parte che richiede sicuramente più riflessione. Accanto ad ogni voce, o azione, è sufficiente indicare con una crocetta il periodo che si stima possa richiedere il completamento dell’azione stessa.

 

C.1 Monitoraggio e verifica

MODALITA’ DI VALUTAZIONE: Gli indicatori sono gli strumenti che mi fanno sapere come vanno le cose; un po’ come il tachimetro di un’auto, che mi indica la velocità. Un altro elemento che fa parte di un progetto è la valutazione. In teoria la valutazione dovrebbe essere effettuata da un soggetto diverso da quello che ha stilato il progetto. Questo non sempre è possibile. In linea generale, un metodo piuttosto comune di valutazione è il questionario, spesso sottoforma di questionario di gradimento da parte dell’utenza o di altri gruppi o soggetti privilegiati (nel caso di uno stage, per esempio, potrebbe essere un questionario alla ditta presso cui si è svolto lo stage).

MODALITA’ DI DOCUMENTAZIONE: Da parte del responsabile del progetto può essere una relazione finale, possibilmente breve, in cui viene riepilogato quanto fatto, i risultati ottenuti, il personale e le attrezzature impiegate.

 

D.1 Fonti di finanziamento

Indicare se il progetto gode di un finanziamento specifico (ad es. il Progetto Lingue 2000) oppure è a carico della scuola, o ancora deriva da sponsorizzazioni, donazioni, ecc.

 

D.2 Beni e servizi richiesti

Il responsabile del progetto deve qui indicare le risorse materiali che ritiene necessarie. Non è tenuto a indicare dei costi (anche se essere coscienti di un costo stimato delle attrezzature potrebbe fornire un’utile indicazione al responsabile di progetto). E’ importante però indicare in modo chiaro e non ambiguo (non è sufficiente stampante, bisogna anche indicare se stampante laser o inkjet, per esempio) cosa si desidera che la scuola acquisti, indicando anche eventuali locali da utilizzare se questo elemento è significativo per il progetto (es. piscina, palestra, biblioteca).

 

Servizi di Intermediazione

almadiploma-rapporti-lavoro

AGRARIO FIRENZE
Corso serale

spazio web degli studenti

Apprendistato primo livello

 

Privacy

Istituto Tecnico Agrario Statale ITAGR - Via delle Cascine, 11 - Firenze - Tel. +39 055 362161
Istituto Professionale di Stato per l'Agricoltura e l'Ambiente IPSAA - Via dei Vespucci, 1 - Firenze - Tel. +39 055 4224322
Copyright © 2006-2015 www.agrariofirenze.it
Sito realizzato da Vedanet.it