Verbale del Collegio dei Docenti ITAGR e IPSAA del 25.3.2020 (modalità a distanza: videoconferenza)

Il giorno 25 del mese di marzo dell’anno 2020, alle ore 15.00 si è riunito in modalità videoconferenza, dovuta all’emergenza COVID19, il Collegio Docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Istituto Agrario Firenze (Istituto Tecnico di Agraria Agroalimentare e Agroindustria e Istituto Professionale per i Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo rurale) in seduta congiunta e ordinaria. Constatata la validità dell’Assemblea, il Dirigente Scolastico, Prof. Andrea Marchetti, dichiara aperta la seduta, quindi procede alla presentazione dei punti all’o.d.g. del collegio:

  1. Indicazioni e criteri generali per la valutazione durante la DAD;

Assenti:

Il Ds precisa che dopo l’attenta analisi della circolare n. 94 “indicazioni sulle valutazioni durante la DAD” ogni dipartimento si dovrà esprimere sul numero e la tipologia di prove di valutazione del periodo scolastico (dal 5 marzo 2020 in poi) che verrà svolto, per cause di forza maggiore, in tale modalità. Informa che sono pervenute dai docenti, come richiesto dalla circolare 94, numerose osservazioni e risposte in merito alla valutazione sulla DAD e che proverà brevemente a chiarire.

In merito alla dotazione di strumentazione per la DAD degli studenti che ne sono sprovvisti la scuola potrà dare in comodato d’uso alcuni PC e tablet che ha già in possesso e si sta attivando per nuovi acquisti. Verrà data comunicazione alle famiglie sulla modalità della richiesta di tali strumenti tecnici necessari. I docenti dovranno cercare di sapere se gli studenti che non restituiscono le prove lo fanno per mancanza di strumentazione o di collegamento o per altro.

Il Ds ribadisce che i canali ufficiali per la DAD del nostro istituto sono 2: Spaggiari con Aule Virtuali ed il pacchetto di G-suite (con meet e google classroom), si potrà scegliere l’uno o l’altro, a seconda delle necessità, rimanendo l’Agenda di Spaggiari comunque il punto centrale delle comunicazioni per tutte le lezioni e verifiche in DAD.

Per il corso serale, che ha grossi problemi con le UDA, verrà prevista nei prossimi giorni una specifica riunione.

L’esperienza fatta nei PCTO per le quinte e per le altre classi potrà essere valutata tramite relazioni scritte sull’esperienza e/o presentazioni Power point

Ogni Dipartimento dovrà lavorare sulla modifica delle griglie di valutazione in modalità DAD

Le verifiche dovranno essere brevi e ripetute nel tempo. Per valutare quest’ultima parte dell’anno scolastico non potrà essere sufficiente un unico voto, ma dovranno essere fatte un numero congruo di valutazioni che dovrà essere indicato dai singoli dipartimenti. Le valutazioni servono agli studenti per avere un feedback costante e per auto valutare il loro lavoro a casa. L’importante sarà decidere un quadro di tipologie di prove condivise dai docenti e anche gli ITP dovranno formulare le loro prove. Occorrerà organizzare l’agenda per non sovraccaricare gli studenti (preferibile far svolgere tutte le prove di verifica in orario mattutino e lasciare il pomeriggio per lo studio).

Il Ds proietta uno stralcio del DPR 275 /1999 (ALLEGATO 1DPR  275-99) a proposito della “libertà di insegnamento” emersa da molte osservazioni inviate dai docenti. Il Ds evidenzia che ci si riferisce alla libertà di scelta di uno stile di insegnamento all’interno delle diverse discipline, ma ci deve essere una “cornice” condivisa sulla valutazione (numero e tipologia di prove), criteri comuni e condivisi che sono garanzia di libertà ed equità. I voti assegnati in DAD faranno media, magari con pesi diversi da quelli già ottenuti in presenza, ma verifiche e valutazioni per gli apprendimenti dal 5 marzo 2020 in poi dovranno comunque essere effettuate. Se ci si accorgerà di suggerimenti o copiature si riproporrà la verifica con altre modalità.

Il Ds lascia la parola ai docenti.

Il prof. Cantini chiede rassicurazioni al Ds ed eventualmente al Consiglio di Istituto, sull’argomento privacy e la sua gestione con la DAD, in quanto sembra difficile effettuare un controllo delle video-lezioni, in modo da cautelarsi anche da possibili eventi di cyber-bullismo. Il Ds informa il collegio che è già stato interpellato un esperto e che la maggior parte delle scuole italiane usa la piattaforma G-suite. Il Dpo (figura professionale della privacy) ha già visionato ed approvato le piattaforme ufficiali scelte dalla scuola ed è per questo motivo che si è raccomandato di utilizzare per la DAD esclusivamente i 2 canali ufficiali indicati (i docenti risultano essere tutelati solo in questo caso). Anche le famiglie hanno autorizzato l’uso del sistema ufficiale (mail istituzionale, Spaggiari: aule virtuali e registro, G-Meet e google classroom). Il regolamento verrà stilato dopo aver sperimentato il sistema.

L’orario delle Video-lezioni sarà ridotto, rispetto all’orario in presenza, facendo in modo da non sovraccaricare gli studenti, verrà comunicato dalla scuola a studenti e docenti, per qualsiasi variazione richiesta dovrà essere contattato il Vicario prof. Sabatini. Ogni video-lezione avrà la durata di 30 minuti. La prof.ssa Casini evidenzia che per gli ITP la video-lezione dovrà andare incontro alle competenze pratiche ad es. con simulazioni di realtà. La prof.ssa Di Virgilio chiede di comunicare chiaramente l’obbligo di partecipare alle video lezioni per gli studenti. La prof.ssa Corbisiero chiede chiarimenti sulle copresenze per il sostegno. Il Ds comunica che ci sarà un apposito dipartimento e che dovrà esserci una stretta collaborazione e comunicazione con il docente curricolare. Il prof. Trimboli chiede se i docenti che hanno un numero alto di classi possono unire più classi per una video-lezione. Si può fare accordandosi con studenti e dirigenza.

Alcuni docenti chiedono formazione sull’utilizzo delle piattaforme. Per questo e per i problemi tecnici, oltre ai tutorial che verranno indicati; i docenti si potranno rivolgere allo Staff DAD (prof. Guacci e le AT informatica). La firma sul registro non sarà necessaria dato che le video-lezioni saranno tracciabili. Occorrerà rilevare le assenze degli studenti annotandole in Agenda Spaggiari al giorno e all’ora della lezione, perché sarà elemento di valutazione formativa.

Il Ds riepiloga i punti essenziali della valutazione in DAD da passare in votazione

LE PROVE ORALI

modalità in videoconferenza

  • Esse saranno valide purché si svolgano in presenza di almeno un testimone:
  • un docente in compresenza,
  • uno o più studenti della classe,
  • un altro docente della classe che può svolgere le prove con i propri studenti nella stessa sessione.

Studenti dsa

Chi ha già svolto le prove scritte con studenti DSA le integrerà, se necessario, con un colloquio orale come da normativa

PROVE SCRITTE

  • Spetterà a ciascun docente formulare delle prove che, tenendo conto della specificità di ciascuna materia, prevedano uno svolgimento che non si limiti ad una mera copiatura dal libro di testo o da altre fonti, ma comportino una rielaborazione personale dello studente.
  • Qualora vi siano fondate ragioni per ritenere che una prova scritta sia il frutto di mera copiatura, si eviterà di valutarla chiedendo allo studente di svolgere una nuova prova con un apporto personale adeguato.

PROVE PRATICHE

Non essendo possibile prevedere modalità valide per tutti, si rimanda ai criteri stabiliti da ciascun dipartimento che dovrà stabilire le prove che è possibile eseguire.

  • In caso di prove considerate insufficienti, si comunicano allo studente, a mezzo registro elettronico, le carenze riscontrate e fissando contestualmente una successiva verifica.
  • Valutazioni dovranno tener conto, oltre che del contenuto specifico della prova, anche della partecipazione dello studente alle attività di DAD proposte e della puntualità nella consegna dei compiti assegnati, salvo casi di comprovata impossibilità.
  • Vanno sempre assegnate le valutazioni alle verifiche svolte (ad eccezione se si riscontra una copiatura)
  • Riduzione dei contenuti ai livelli essenziali

Il prof. Cantini chiede di mettere a verbale la sua dichiarazione di voto:

“Il sottoscritto Eugenio Cantini insegnante presso l’Istituto Tecnico Agrario di Firenze dichiara di votare con astensione durante il Collegio del 25/03/2020 per i seguenti motivi: il Collegio Docenti non ha mai istituito un proprio regolamento per svolgere sedute e votazioni in videoconferenza inoltre per limiti tecnici e logistici alcuni membri del Collegio potrebbero non essere presenti o non in grado di esprimersi adeguatamente. Tenuto conto delle condizioni sopracitate il sottoscritto non vuole esprimere un parere vincolante per tutti gli insegnanti sulla modalità didattica da adottare nel periodo di emergenza”.

Il Ds ribadisce che è comunque una modalità di buon senso a favore della chiarezza e trasparenza e a favore degli studenti ”lo stato di emergenza chiede di intervenire nel miglior modo possibile”

Il prof. Guacci illustra al collegio la modalità della votazione on-line

Il collegio si esprime con votazione on-line approvando a maggioranza (DELIBERA N.1) i criteri generali per la valutazione durante la DAD (93,6% favorevoli; 6,4% astenuti) (ALLEGATO 2 File votazioni)

La seduta è tolta alle ore 17.00

Per copia conforme all’originale

La Docente verbalizzante                                Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Angela Baldini                                    Prof. Andrea Marchetti

Servizi di Intermediazione

almadiploma-rapporti-lavoro

AGRARIO FIRENZE
Corso serale

spazio web degli studenti

Apprendistato primo livello

 

Privacy

Istituto Tecnico Agrario Statale ITAGR - Via delle Cascine, 11 - Firenze - Tel. +39 055 362161
Istituto Professionale di Stato per l'Agricoltura e l'Ambiente IPSAA - Via dei Vespucci, 1 - Firenze - Tel. +39 055 4224322
Copyright © 2006-2015 www.agrariofirenze.it
Sito realizzato da Vedanet.it